La via del cuore: la visione occidentale e la tradIzione andina. Due mondi da integrare — Il Fuoco Sciamanico | Monica Hija del Sol
1557
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-1557,bridge-core-1.0.4,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

LA VIA DEL CUORE: LA VISIONE OCCIDENTALE E LA TRADIZIONE ANDINA. DUE MONDI DA INTEGRARE

Presentazione

Sincronizzare la nostra vita con il flusso del Cosmo Vivente attraverso una serie di esperienze pratiche, stabilendo un ponte tra le conoscenze occidentali e l’antica sapienza degli indigeni delle Ande, depositari di ancestrali saggezze per la cura ed il benessere psicologico, fisico e spirituale.
Attraverso l’esperienza delle tecniche Andine è possibile produrre fenomeni di entanglement, cioè coincidenza e compartecipazione attiva e consapevole con le leggi che reggono il cosmo e che la scienza contemporanea definisce come sincronicità.
Il punto di partenza è il nostro corpo e la sua capacità di contenere tutte quelle informazioni che ci hanno formato, inclusi quei traumi, blocchi energetici dal punto di vista andino, che è possibile recuperare e sentire nuovamente per farli nuovamente fluire dentro di noi al fine di ricontattare quel senso di unità, di olos, di ordine cosmico che è la base della vita stessa.
La relazione con il nostro ambiente interno e con la realtà che ci circonda è il fattore fondamentale della crescita umana. Produrre consapevolezza ed innalzamento dello stato della nostra coscienza è il frutto della conoscenza di quelle leggi naturali che ci governano e della capacità di sfruttare queste leggi a nostro favore.
Sfrutteremo il campo magnetico del cuore al fine di incrementare la nostra intelligenza emotiva apprendendo a dialogare con il nostro corpo, la nostra anima, il nostro spirito inteso come un tutto e a metterlo in relazione funzionale con l’ambiente circostante.
Apprendere questo significa godere della propria pienezza interiore e sfruttarla per produrre benessere ad ogni livello, allineandoci con la nostra vera natura secondo il progetto della nostra vita.

Cosa faremo

In questo seminario andremo ad esplorare e guarire le ferite della nostra esistenza e, allo stesso tempo, apprenderemo una serie di tecniche provenienti dall’antica tradizione ancestrale delle Ande del Perù che sono particolarmente utili per risolvere anche le sfide quotidiane che la vita ci pone davanti facendoci fluire nel Cosmo Vivente, nella Realtà intesa come l’unione della parte fisica e metafisica della vita stessa.

Incontrare la Madre Terra e farsi accudire (Phaňa)

Apprendere dalla Madre Terra a mangiare e digerire l’energia pesante che si produce nelle relazioni con l’ambiente circostante – Scambiare il potere personale – Contattare la propria identità di genere (io come donna o io come uomo) – Integrare l’energia dei nostri complementari (donna/uomo e uomo/donna) – Costruire campi di energia collettivi per metterli al servizio degli altri

Conduzione del seminario

Roberto Sarti (Roma, 1966) è counselor psicobioenergetico. Dal 1997 lavora a diretto contatto con i maestri più importanti della nazione Q’Ero, la comunità indigena del Perù che più ha mantenuto l’integrità degli insegnamenti della tradizione incaica. Nella sua ricerca ha unito quanto appreso sulle Ande alle conoscenze occidentali di psicologia, fisica quantistica, antropologia culturale, cristianesimo,induismo e bioenergetica. Nel 2007 ha scritto il libro “Il seme dell’inca” (ed. Del Cigno) al fine di condividere quanto appreso dai propri maestri. Dal 2001 tiene seminari e conferenze in Italia e all’estero. Ha inoltre frequentato un master di “Assessment emotivo-comportamentale nelle relazioni di aiuto” con la Dottoressa Erica Poli integrandone le conoscenze nel proprio sistema di lavoro.

Chi può partecipare

Chiunque abbia il desiderio di iniziare un percorso di rinnovamento e di migliorare il proprio cammino di crescita personale per rendere questo mondo migliore.

info iscrizioni

Quando

16-17 maggio 2020 (RINVIATO: DATA DA CONVENIRE)


Durata
1 week-end

Sabato 08.30 – 18.30 circa.
Domenica 08.30 – 16.30 circa.


Luogo

«Sala patriziale Corzoneso»
Al Murín 9, 6722 Corzoneso (TI)

con cucina, locale pausa caffé,
sottostante a “Ra botega da Curzönas” negozio d’alimentari del paese, (20 min. uscita autostradale Biasca)


Cosa portare

  • abbigliamento e scarpe comodi
  • quaderno per appunti
  • cuscino per sedersi

Pranzo

  • per la pausa pranzo, ognuno organizza per sé. Portare per condivisione pausa mattino e pomeriggio, thé, tisane, caffè, ev. frutta, biscotti, ecc. Portare stoviglie proprie.

Costo
CHF 250.-


Termine d’iscrizione
9 maggio 2020.
L’evento avrà luogo con un minimo di 10 partecipanti.


Validità iscrizione
L’iscrizione è confermata con il versamento di un acconto di CHF 100.-. Ricordo che il posto è garantito unicamente per coloro che al momento dell’iscrizione provvederanno al versamento dell’acconto nell’immediato.
Il fuoco sciamanico | Monica Imperatori, 6716 Acquarossa
IBAN CH29 0024 7247 7627 0040 B
Motivo versamento: “VIA DEL CUORE”


Informazioni/Iscrizioni
info@ilfuocosciamanico.ch
Monica Imperatori


Assicurazione/responsabilità

L’assicurazione è a carico dei partecipanti. Ogni partecipante è in tutti i casi responsabile per se stesso ed in piena facoltà delle sue azioni.

Annullamento/Condizioni di rimborso

Per ragioni organizzative viene concesso il rimborso solo nel caso in cui l’iscrizione viene annullata entro il lunedì che precede l’evento. Grazie per la comprensione.